CHI SETTIMANALE – GOSSIP PETTEGOLEZZI CURIOSITÀ

chi settimanale logo

GOSSIP – PETTEGOLEZZI – CURIOSITÀ

Fabrizio Labanti: affrontare la chemioterapia guardandosi allo specchio

Fabrizio Labanti

Affrontare la Chemioterapia riuscendo a guardarsi ancora allo specchio. Fabrizio Labanti e l’invenzione del primo Trapianto di capelli non chirurgico.

Perdere i capelli durante i Trattamenti Chemioterapici mina la nostra Felicità, ma ora c’è una soluzione, Patch cutaneo.

Si chiama Fabrizio Labanti l’hair designer che è riuscito a dare una nuova speranza a coloro che hanno a che fare con il fenomeno della calvizie.Fabrizio Labanti

Il suo marchio, che prende il nome di Benesserecapelli, è ormai una realtà consolidata, e conta ad oggi una rete capillarizzata composta da 14 punti vendita attivi tra l’Italia e la Svizzera (Lugano).

Sono sempre di più i pazienti oncologici che, a seguito della chemioterapia, si trovano a dover combattere contro la perdita dei capelli. Molte donne, ma anche uomini, vivono la propria condizione di calvizie in maniera dolorosa, che si ripercuote non solo a livello personale ma anche relazionale. A questa condizione, infatti, spesso sono associati grave limitazione fisica, problemi psicologici e sociali e, nei casi più gravi, psicosi e ansie.

Giovani e adulti si trovano a dover combattere contro una società che negli anni mostra sempre più discriminazione e derisione verso coloro che per motivi di salute – o meno – subiscono la perdita dei capelli.

Proprio queste circostanze fanno si che, spesso, le persone si spingano verso “trattamenti illogici”, alle volte pericolosi e privi di autenticità, che rappresentano una speranza. Accade però che le speranze rimangano tali e che questi trattamenti non creino nessun tipo di vantaggio ma in molti casi siano addirittura non reversibili.

Fabrizio Labanti ha avuto la possibilità di incontrare tantissime persone affette da alopecia sviluppando, in tal modo, la cosiddetta “esperienza sul campo” che gli ha permesso di capire nel profondo cosa può innescare in una persona a livello psicologico la perdita di capelli e quali impatti devastanti può avere tale modifica del suo aspetto fisico.

È grazia a lui che è nato il cosiddetto Patch Cutaneo, il primo e unico trapianto di capelli non chirurgico. Con oltre 20 anni di esperienza nel settore, Fabrizio è riuscito a trasformare quello che fino a ieri era un sogno in una realtà: riavere i capelli senza soffrire e soprattutto senza sperare ma sicuri di ottenere ciò che si desidera. Si tratta di una vera rivoluzione, una tecnica efficace, indolore, impercettibile, reversibile e risolutiva.

“Oltre al mercato strettamente fashion stiamo rispondendo con una linea dedicata, di nome Hair Medical Device, alla richiesta purtroppo sempre più crescente di pazienti oncologici che necessitano, a causa delle cure chemioterapiche che producono come effetto collaterale l’alopecia, l’applicazione del Patch Cutaneo”, afferma Fabrizio Labanti.

Il Patch Cutaneo è il primo trapianto di capelli non chirurgico che viene applicato direttamente alla cute come se fosse una protesi. Naturalezza e non invasività lo caratterizzano.

5 Marzo 2024

Altre news

Elena Morali intelligenza artificiale

Elena Morali e Aitana Lopez: l’intelligenza artificiale al bacio

Elena Morali e l’intelligenza artificiale al bacio. Il primo post con una virtual influencer ed un umano Cosa succede quando due...

Luciano Costanzo

Luciano Costanzo è un talento della danza, ma non solo!

Luciano Costanzo è un talento della danza, ma non solo! Luciano Costanzo è un talento della danza che da qualche...

Tony Lambretta comico

“TONY LAMBRETTA”, di Mimmo Groove, dal parte del pubblico Sanremese in occasione del Festival di Sanremo 24.

Accolto con grande entusiasmo sia dai grandi che dai ragazzi e bambini. il nuovo personaggio di Mimmo Groove : Un...